Category: news

Nel 2001 Bruce Springsteen scrisse un brano che venne proposto alla produzione del primo film tratto dalla saga di “Harry potter”. Il regista Chris Columbus, fan del Boss, però non la usò mai. La canzone, dal titolo “I’ll stand by you always”, affiorò (illegalmente) nel 2017 in maniera illegale, ma non è mai stata pubblicata ufficialmente. Fino ad ora.

La canzone è stata infatti concessa da Springsteen ad un altro film, “Blinded by the Light”, diretto da Gurinder Chadha, regista di “Sognando Beckham”. Il film è stato presentato al Sundance Festival, ma nelle proiezioni succesive di presentazione la canzone è stata notata nei titoli di coda, dopo “Born to run”: la storia è infatti tratta da “Greetings From Bury Park” di Sarfraz Manzoor, che racconta la sua storia di pakistano cresciuto in Inghilterra e del ruolo che la musica del Boss ha avuto nella sua crescita e integrazione. Manzoor è diventato giornalista, ha incontrato e intervistato diverse volte Springsteen, che ha dato il beneplacito al film – avendo letto e apprezzato il libro – fino a concedere il brano.Non è chiaro se la canzone è nella versione demo del 2001o è stata reincisa. Springsteen, nel 2017 ha spiegato,era un pezzo piuttosto buono. Era una canzone che avevo scritto per il mio figlio più grande, una ballatona piuttosto diversa dalle cose che di solito faccio. Però secondo me sarebbe stata molto adatta.