Category: news

Figlio d’arte, nato dall’unione tra il frontman degli U2 e Alison Stewart, il terzogenito di Bono ha anche lui una band, gli Inhaler. A proposito del suo gruppo Elijah Hewson ha speso qualche parola con GQ, spiegando come pur essendo figlio del leader di una delle band più significative degli ultimi decenni i suoi genitori non abbiano inizialmente accolto con piacere l’idea di Elijah di dedicarsi alla musica. Alla domanda se Bono ed Alison siano stati di supporto ai progetti del ragazzo, Elijah Hewson, classe 1999, risponde infatti: “All’inizio non lo erano davvero. Intendo dire, volevano che andassi al college, sai, come tutti i nostri genitori. Penso che abbiano visto che lo amavo e che eravamo bravi”. Prosegue il figlio di Bono Vox: “Penso che quella fosse la cosa principale. Penso che se non fossimo stati bravi ci avrebbero detto all’istante di smettere e di andare a scuola. Ora sono di sostegno, lo sono davvero”. Quanto poi a cosa significhi essere il figlio del cantante degli U2 e a come Elijah abbia vissuto il fatto che suo padre fosse allo stesso tempo una rockstar il musicista ventenne ha commentato: “È completamente distinto dalla vita familiare per me. Era in un certo senso solo uno strano spettacolo, ma è tutto quello che ho potuto conoscere”. E ancora: “Sembrava normale. Penso ora che fare esperienza di una band in questo modo sia molto, molto interessante per me. E molto più divertente”.La band di Dublino è composta, oltre che da Elijah, dal chitarrista Josh Jenkinson, dal bassista Robert Keating e dal batterista Ryan McMahon. Il gruppo ha all’attivo alcuni singoli, come “It Wont Always Be Like This”, “My Honest Face” e “Ice Cream Sundae”, e sta attualmente portando avanti un tour nei locali delle principali città dell’Europa, del Regno Unito e degli Stati Uniti.