Category: news

“We Are The World”, la hit del 1985 scritta a scopo benefico dal compianto Michael Jackson e da Lionel Richie – con la produzione di Quincy Jones e Michael Omartian – e registrata dal supergruppo USA for Africa potrebbe tornare sul mercato con una nuova veste. Ad accennare all’idea è stato Lionel Richie. Secondo quanto riferito da People infatti il cantante, produttore e attore originario dell’Alabama ha spiegato che rendere omaggio al 35esimo anniversario della canzone contenuta nell’album eponimo “We Are the World” non era nelle sue intenzioni ma l’attuale pandemia in corso l’ha portato a riconsiderare la cosa. “Due settimane fa ci siamo detti che non volevamo fare granché perché questo non è il momento per vendersi un anniversario. Ma il messaggio è molto chiaro”, ha spiegato Lionel Brockman Richie Jr., proseguendo, in riferimento al ritornello della canzone: “C’è una scelta che stiamo compiendo, stiamo salvando le nostre stesse vite”. Aggiunge ancora l’artista, ricordando la genesi di “We Are The World”: “Quella strofa è uscita quando io e Michael eravamo seduti a chiacchierare. Ci siamo detti, puoi dire sia ‘Sto salvando la mia vita’ e sia ‘Stiamo salvando le nostre vite’. ‘We Are The World’ è un’affermazione che volevamo fare. Che cosa facciamo per salvarci?”. Quanto poi alla situazione attuale: “Quello che è successo in Cina, in Europa, è arrivato qui. Dunque se non salviamo i nostri fratelli là, finirà per arrivare a casa. Si tratta di tutti noi. Tutti noi ci troviamo in questa situazione insieme”.All’epoca della sua pubblicazione, avvenuta tanto come singolo quanto all’interno del disco “We Are The World”, il pezzo ha raccolto più di sessanta milioni di dollari in aiuti umanitari destinati all’Africa. Un primo remake della canzone è stato fatto nel 2010, quando in seguito al terremoto che ha devastato Haiti nel gennaio di quell’anno il brano è stato rimaneggiato e pubblicato nella nuova versione “We Are the World 25 for Haiti”. La nuova versione, con musica e testo aggiornato, include i contributi di, tra gli altri, rapper come will.i.am, Snoop Dogg e LL Cool J.