Category: news, Senza categoria

Il responsabile del marketing della società di edizioni Primary Wave Seth Faber ha confermato a Music Week quanto lasciato trapelare già lo scorso mese di maggio sulle pagine del New York Times: entro la fine del prossimo anno la Base Hologram – azienda produttrice degli show virtuali di numerose star scomparse come Roy Orbison, Frank Zappa e Amy Winehouse (quest’ultimo – però – “congelato” e rinviato a data da destinarsi) – farà debuttare sui palchi inglesi uno show incentrato sull’ologramma di Whitney Houston, la star del soul a stelle e strisce scomparsa l’11 febbraio del 2012 a Beverly Hills alla vigilia dell’annuale edizione dei Grammy Awards.

“Sarà uno spettacolo incredibile”, ha promesso Faber: “Abbiamo profuso così tanti sforzi nella realizzazione di questo show affinché sia il più realistico possibile. Sarà un’esperienza fenomenale”.

La conferma dello show – riferisce il New Music Express – segue le dichiarazioni dell’unica erede della cantante, la sorellasta Pat, che a proposito di attività connesse all’immagine della parente scomparsa aveva dichiarato:

“Prima della sua morte il suo nome era circondato tra troppa negatività: ormai non si parlava più di musica. La gente aveva dimenticato quanto grande fosse, lasciando che le sue vicende private oscurassero il motivo per il quale avevano iniziato ad amarla”

Al momento, non è stata annunciata una data – ancorché indicativa – per il debutto dello show, né i dettagli relativi allo spettacolo, che, stando agli standard della Base mostrati nelle ultime produzioni, potrebbe includere anche una band dal vivo.